ITALIA 15/18

il Carro dell’Orsa

presenta

ITALIA 15/18

Storie comuni del Tempo di Guerra

foto

Spettacolo con canti e musiche dal vivo

ideato e diretto da Alessandra Fallucchi

con

Ilaria Baiocco – Ilaria Canalini – Barbara Ciacci

Alessandro Cecchini – Ludovica Di Donato

Marco Foscari – Francesco Mantuano – Sara Meoni

Sonia Merchiorri – Marco Usai

Scene e costumi Maria Alessandra Giuri

Disegno luci Paolo Macioci

Musiche dal vivo e arrangiamenti Marco Foscari

Vocal Coach Agnese Fallongo

Aiuto regia Sonia Merchiorre Francesco Mantuano

Collaborazione al testo Barbara Ciacci Sara Meoni

Assistente scene e costumi Diletta Maria Buschi

Tecnico luci Valerio Sabino

Organizzazione Rossella Compatangelo

ITALIA 15/18

Storie comuni del Tempo di Guerra

La Compagnia il Carro dell’Orsa ha scelto di elaborare e dedicare uno spettacolo con musica al ricordo e alla memoria della Prima Guerra Mondiale, in occasione del Centenario dello scoppio dell’immane catastrofe che per le sue dimensioni, il numero di morti e feriti e l’uso del tipo di armi, ha cambiato per sempre il concetto di Guerra.

La scelta drammaturgica è stata quella di raccontare la storia dei piccoli, cioè di quanti quella storia l’hanno fatta senza diventare famosi: il lavoro, svolto collegialmente insieme a un gruppo di giovani attori professionisti under 30, è stato quello di una lunga ricerca di fonti storiche poco conosciute, prevalentemente lettere e diari di Soldati e Crocerossine o semplici donne che la Grande Guerra privò di figli e mariti ma non della forza e del coraggio.

Il materiale su cui il gruppo ha lavorato è stato infinito e toccante e lo spettacolo, prodotto sulla base delle testimonianze selezionate, vuole dare voce e ricordo, con mano leggera, alle sofferenze e ai dolori di tanti.

Foto N

Dal Comunicato Stampa del Teatro Due Roma

Accanto alla Storia della Grande Guerra, dei combattimenti, degli schieramenti degli Stati in conflitto, nel silenzio si dispiegano le piccole storie.

Storie di vite per lo più sconosciute, esistenze a cui l’immane conflitto rubò giovinezza ed innocenza, spogliandole di ogni illusione e speranza.

Vite di donne, attive, partecipative, per la prima volta ufficialmente, della realtà sociale della Nazione.

Le loro storie aprono una prospettiva nuova sul ruolo della donna durante il primo conflitto e mostrano un coraggio e una resistenza fisica ed emotiva pari, e talvolta superiore, a quella degli uomini.

Foto C fotoA Foto L

Dalla recensione di Adriano Sgobba su PAPER STREET

Teatro Due, Roma – 10 dicembre 2014

(…) Italia 15/18 Storie comuni del tempo di guerra rispolvera questi diari e trasforma lo spettatore in un testimone della “normalità” della vita che sopravvive alla guerra.

Foto G Un “menestrello della trincea” (Marco Foscari) innesca la bomba: un arpeggio di chitarra, una voce che intona “Stamattina si va all’assalto…” ed ecco comparire tre anime in uniforme (Alessandro Cecchini, Francesco Mantuano, Marco Usai), tre simboli dialettali di un’ Italia unita, almeno in trincea.

La vita al fronte appare come la ricerca di una normalità domestica perduta; i tre soldati si confidano, esorcizzano le paure, piangono, ridono e poi scrivono: una “guerra d’alfabetizzazione” necessaria per mantenere viva la speranza di poter compiere – aggrappati a quelle lettere – il viaggio di ritorno a casa

Mentre il contrappunto musicale cuce i ricordi alle vite, ai tre soldatini si sovrappongono sei donne (Ilaria Baiocco, Ilaria Canalini, Barbara Ciacci, Ludovica Di Donato, Sonia Merchiorri, Sara Meoni), sei anime in battaglia schierate su un fronte diverso, quello della resistenza silenziosa e cocciuta di chi aveva la carne in pace e l’anima in guerra. La regia di Alessandra Fallucchi sposta l’accento drammaturgico proprio su queste ultime, una prospettiva che scrosta via la storiografia “maschilizzata” e racconta di quelle “femmine” che caricarono l’Italia sulle proprie spalle, mandando avanti le case, le campagne, addirittura le industrie, sovvertendo le gerarchie sociali.

Foto F Crocerossine e “prostitute di reggimento” inviate al fronte, deportate in fabbrica o costrette all’immobilità domestica, novelle sposine e poi vedove di vent’anni: sulla scena si susseguono le testimonianze di queste spie del cuore, mogli e madri a cui la guerra ha negato ogni “ licenza d’amore”. Attraverso il canto del “trovatore” di dolori, unito alle voci dei soldati e delle donne coinvolte in quell’ “assurdo macello” iniziato a Sarajevo cent’anni fa, si compone un quadro, una sorta di “Quinto Stato” in cui la coscienza dell’orrore si confonde con la conoscenza dell’errore: la guerra.

Un “musical della trincea”, una “bomba intelligente” che la compagnia di giovani attori Il Carro dell’Orsa sgancia per ricongiungere idealmente la “carne da cannone” all’anima di chi ancora oggi uccide per onorare una bandiera, disonorando – di fatto – la vita.

Per vedere lo spettacolo ITALIA 15/18 Storie comuni del Tempo di Guerra https://www.youtube.com/watch?v=S8ld-FprYoo

INFO: Rossella Compatangelo tel.338.2949550rossellacompatangelo@libero.it

IL CARRO DELL’ORSA – Cooperativa teatrale nata nel 1995 e diretta fino al 2010 da Maddalena Fallucchi,da sempre ha scelto di articolare il proprio progetto attorno a testi di drammaturgia contemporanea, alla committenza di testi di autore italiano, ai testi di drammaturgia femminile, e in generale verso un teatro che parli il linguaggio della contemporaneità cercando di sollevare interrogativi sulla nostra identità, sia collettiva che individuale e sulla nostra storia di ieri e di oggi. Testi che si caratterizzano per una riflessione sociale e civile, anche sui valori condivisi della nostra società: le relazioni affettive, la Famiglia, oppure la guerra, il concetto di male/bene, la violenza. Questo, unito alla volontà di dare spazio ai tanti nuovi talenti, che ne Il Carro dell’Orsa hanno trovato la possibilità di esprimersi. Un teatro che vuole e cerca il rapporto con il pubblico, privilegiando la parola come veicolo principale della comunicazione, soprattutto emozionale, attraverso testi di impegno sociale e civile. www.ilcarrodellorsa.it